Annie Leibovitz

Annie Leibovitz

Annie Leibovitz è nata nel 1949 nel Connecticut, figlia di un tenente dell’Aeronautica e di un’insegnante di danza. Nel 1967 si iscrive all’istituto d’arte di San Francisco dove inizia studiando pittura e poi sviluppa l’amore per la fotografia.

Ha vissuto per breve tempo in Israele, in un kibbutz per poi fare ritorno negli USA ed iniziare a lavorare per la rivista The Rolling Stone. L’editore Jann Wenner fu così colpito dal suo lavoro che la volle come fotografa personale.

Da lì Annie fece carriera e a ventitre anni fu promossa cappo fotografa. Lì rimase per dieci anni. Nel 1975 accompagnò i Rolling Stones nel loro tour come fotografa.

Otto anni dopo questo evento la Leibovitz divenne fotografa per Vanity Fair. Per questa rivista di intrattenimento ha fotografato tantissimi personaggi tra cui Demi Moore incinta e nuda, Whoopi Golberg in una vasca da bagno e molte altre attrici.

Alla fine degli anni Ottanta lavora a delle campagne pubblicitarie, tra cui quella della American Express con volti noti del jet set grazie alla quale ha vinto il premio Clio 1987.

Nel 1991 espose circa 200 scatti alla National Gallery di NY che vennero poi raccolte in un libro sulla mostra.

È stata fotografa ufficiale anche delle olimpiadi ad Atlanta, in Georgia del 1996. Molti i suoi scatti su atleti famosi in bianco e nero tra cui Carl Lewis e Micheal Johnson, pubblicati poi in un libro di ritratti dal titolo “Olimpic Portraits”.

La Leibovitz ha tre figli, di cui due gemelli. Per decenni ha avuto una relazione con Susan Sontag a cui inizialmente non era stato dato un connotato, ma che poi la stessa Annie ha affermato essere una storia d’amore. Nel libro che abbiamo presentato ci sono alcuni scatti della malattia della compagna.

Opere letterarie

Copyright © 1996-2014 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874