Antonio Negri

Antonio Negri

Professore all'università di Padova e filosofo di fama mondiale, Toni Negri fu arrestato nel 1979 con l'accusa di "insurrezione armata contro i poteri dello stato" nonché quella di essere il vero capo delle Brigate Rosse. Negri ha sempre negato l'accusa, dalla quale è stato del resto formalmente assolto. Dopo quattro anni e mezzo di carcerazione preventiva, venne eletto nelle liste del Partito radicale uscendo così di prigione. Quando la Camera dei deputati votò a scarsa maggioranza l'abolizione della sua immunità parlamentare nel 1983, si rifugiò in Francia. I procedimenti intentati contro di lui a seguito di numerose imputazioni portarono alla condanna. Amnesty international denunciò all'epoca le gravi irregolarità giuridiche che avevano caratterizzato il suo processo e quello dei suoi colleghi dell'Università di Padova. Nel 1997 ha deciso di rientrare in Italia dove è attualmente detenuto nel carcere romano di Rebibbia. E' autore di numerosi lavori di filosofia e politica.

Copyright © 1996-2014 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874