Efraim Medina Reyes

Efraim Medina Reyes

Efraim Medina Reyes è nato nel 1964 a Cartagena, sulla costa caraibica colombiana e vive a Bogotá. Nel 1988 ha pubblicato il suo primo romanzo, "Seis informes" (Sei rapporti) e nel 1990 la raccota di poesie "El automóvil sepia". Nel 1995 ha vinto il Premio nazionale per il racconto con la raccolta "Cinema Árbol y otros cuentos". Il racconto da cui il libro prende il titolo, "Cinema Albero", è stato pubblicato in Italia, nella traduzione di Tiziana Gibilisco, sul numero speciale della rivista letteraria "L’Immaginazione" (n.171, ottobre 2000) dedicato alla letteratura colombiana. Con "C’era una volta l‘amore ma ho dovuto ammazzarlo", Medina ha ottenuto il Premio nazionale per il romanzo nel 1997 e ha scatenato molte polemiche per il linguaggio sboccato e ruvido dei personaggi. Altre polemiche ha sollevato in Colombia per la critica feroce a Macondo, al Realismo Magico, a García Márquez e a tutti gli altri “pappagalli imbalsamati”, che per lui sono ormai “storia della letteratura, accademia, roba morta e sepolta”.

Opere letterarie

Copyright © 1996-2014 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874