Francesco Piccolo

Francesco Piccolo

Francesco Piccolo nasce a Caserta nel 1964, si laurea in lettere moderne con una tesi sulle "Teorie comiche nel teatro del Settecento". Oggi lavora come sceneggiatore cinematografico e scrittore.

La sua strada è però la scrittura, in ogni sua declinazione, dalla sceneggiatura ai libri in senso stretto. Come sceneggiatore, collabora al film Paz!, in cui compaiono tutti i personaggi dei fumetti del geniale Andrea Pazienza, oltre che ad altri importanti lavori cinematografici degli ultimi anni come My Name Is Tanino, Ovunque sei, Il caimano, Nemmeno in un sogno, Caos calmo, Giorni e nuvole e l'ultimo lavoro di Paolo Virzì, La prima cosa bella.

Anche la sua bibliografia come scrittore è vasta e varia, dal momento che pubblica, a partire dal 1993, sedici libri, arrivando alle edizioni e Einaudi, per cui pubblica ancor oggi, nell'ultimo anno, 2010, con il romanzo La separazione del maschio, sulle debolezze e le difficoltà di quello che definiamo il sesso forte.

Francesco Piccolo ha un particolare amore per il dettaglio, per l'inezia che invece compare come elemento fondamentale ad un certo punto delle storie, sia quelle scritte come autore che come sceneggiatore cinematografico: l'occhio è lo stesso, attento eppure ironico, leggero eppur dotato di uno spirito di osservazione che arriva fino al più piccolo frammento, al dimenticato, all'infinitesimale.

Fra i suoi libri di maggior successo, oltre all'ultima pubblicazione Einaudi Momenti di trascurabile felicità, possiamo ricordare Storie di primogeniti e figli unici (Feltrinelli, 1996); E se c'ero, dormivo (Feltrinelli, 1998); Il tempo imperfetto (Feltrinelli, 2000); Allegro occidentale (Feltrinelli, 2003); L'italia spensierata (LaTerza, 2007) e il già citato La separazione del maschio, edito da Einaudi nel 2010.

Opere letterarie

Copyright © 1996-2014 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874