Jacopo Ninni

Jacopo Ninni

Jacopo Ninni (Iacopo Maria Ninni) nasce a Milano il 9 agosto del 1964. Cresce dove i libri sono sacri tanto quanto le pipe del nonno.

Trascorre una travagliata adolescenza in campagna: in un tema descrive tristi giardini milanesi dove razzolano i cani, viene deriso perché razzolare è tipico delle galline; se ne frega e scopre che gli è più facile scrivere poesie piuttosto che impararle a memoria.

Dopo diversi fallimenti abbandona il liceo classico e incontra chi riesce a risanargli la frattura tra scrittura e lettura. Trascorre l’anno di servizio civile con il poeta A. Inglese che tra cene, letture, bevute e una fuga a Parigi gli consiglia la lettura di Andare a piedi in Cina di G. Giudici.

La distanza lo scoraggia; si laurea in architettura e si ferma per dedicarsi ad altre arti come musica e architettura dei giardini.In questi anni collabora con la rivista “Olis” dove scrive di arte dei giardini, musica e teatro. Dopo l’eclissi del ‘99 arriva a Firenze, dove si accorge che, come hanno fatto in tanti prima di lui, è un luogo da cui prima o poi fuggire. Comincia con il seguire il fratello nelle avventure del blog collettivo Anonima scrittori e riprende il così cammino grazie anche ai consigli di Antonio Pennacchi, con cui collaborerà in seguito nella stesura di un romanzo collettivo il cui primo capitolo è stato pubblicato sulla rivista  Nuovi Argomenti (Mondadori).

Grazie all'incontro con Chiara di Domenico, vera e propria pusher di eventi letterari, partecipa alla pubblicazione di MilanoAnthology (a cura di M. Gancitano) Perrone 2007 e Sotto la lente, antologia di scrittori fiorentini, (a cura di G. Ametrano) Perrone 2008. Un suo racconto, raccontato e performato dal vivo grazie alla collaborazione con Matteo Ninni, viene selezionato per la raccolta Storie di (R)esistenza (a cura di A. Pennacchi), L’Argonauta 2008.

Altri racconti sono pubblicati su riviste come Toilet e Prospektiva e su Blog (Anonima scrittori e LaPiccolaVolante). Organizza reading collettivi e durante uno di questii, si fa coraggio e legge le sue ultime poesie: è solo l'inizio per arrivare poi alla definizione e pubblicazione nel 2011 della sua raccolta “Diecidita” con la casa editrice Smasher. Alcune sue poesie sono state selezionate per antologie, segnalate o premiate in concorsi. Nel maggio 2012 una sua lirica dedicata a Vincenzo Impastato è inserita nel progetto “Munnizza” di Licio Esposito.

Jacopo Ninni sul web

Fa parte della redazione del Blog Poetarum Silva. Da qualche anno viene invitato a reading collettivi, tra cui l'esperienza culturale proposta e portata avanti da Enzo Campi  “Letteratura Necessaria, Esistenze e Resistenze” o la partecipazione alle incursioni della “Carovana della poesia” Con Matteo Ninni, Marta Carraro e Agnese Leo porta avanti il progetto CSP. (Collettivo Self Poetry) con cui si occupa di formazione, multimedialità, organizzazione e gestione di eventi poetici.

Oggi vive a Vicchio dove è padre, scrive per il settimanale locale, collabora con un Blog locale che si occupa di eventi artistici, suona, e collabora con la biblioteca. Organizza laboratori di scrittura poetica per bambini e adulti. Nel giugno 2012 realizza “Poetica 2012”, prima rassegna poetica nell'ambito del festival musicale “Etnica 2012”. Nel giugno del 2012 esce il suo primo romanzo “Linas”, un'esperienza nata per gioco e finita sul serio, grazie all'incontro quasi casuale con i giovani editori de LaPiccolaVolante.

Opere letterarie

Copyright © 1996-2014 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874