La concessione del telefono

La concessione del telefono
Autore: 
Andrea Camilleri

La concessione del telefono è uno dei romanzi di Camilleri che ha riscosso il maggior successo sia di critica che di pubblico.

Questo romanzo fa parte del gruppo di scritti ambientati nella Vigata di fine ottocento, nello stesso quadro storico-sociale di altri romanzi quali ad esempio La Stagione della Caccia ed Il Birraio di Preston.

Anche questa volta, come spesso accade nei i romanzi di Camilleri, l’autore si è ispirato ad un fatto realmente accaduto riportato in un documento del 1892 e lo ha rielaborato costruendoci attorno un romanzo.

Il romanzo gira intorno alla figura di Pippo Genuardi, impegnato nel continuo tentativo di ottenere la concessione di una linea telefonica privata al fine di poter collegare la casa dell’anziano suocero con il proprio magazzino di legnami.

Alle origini di questa fissazione vi è la classico triangolo amoroso che vede Pippo invaghito della bella Lillina, moglie in seconde nozze del suocero.

Attorno a questo singolare triangolo troviamo molti altri personaggi tipici della scena popolare siciliana che danno vita ad altre vicende di contorno: pensiamo al parroco, al questore, all’uomo di rispetto, allo scagnozzo, all’avvocato, ai carabinieri.

La concessione del telefono oltre che riportare le vicende amorose di Pippo Genuardi ed altre vicende minori ricostruisce con meticolosità e precisione l’andamento burocratico relativo alla concessione della linea telefonica proprio come sarebbe accaduto nella realtà, offrendo al lettore anche una serie di inserti epistolari decisamente verosimili.

Ulteriori dettagli
Editore: 
Sellerio
Codice EAN / ISBN-13: 
9788838913440
Pagine: 
284

Copyright © 1996-2014 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874