La gatta Miomao

La gatta Miomao
Autore: 
Beppi Zancan

Attorno alla storia di un amato felino domestico, Beppi Zancan ragiona sulla caducità umana.

"Un libro tragico, che di conseguenza è intriso di umorismo. Un libro di ispirazione realistica, che di conseguenza è un accumulo di situazioni paradossali, grottesche, surreali…questo romanzo parla di Miomao ma parla anche di tutti i gatti e di tutti gli uomini che abbiano un po' di anima. Sulla perdita di un gatto hanno scritto in tanti: mi vengono in mente Italo Svevo, Carlo Cassola, Ennio Flaiano, Giorgio Celli. Ma qui c'è un messaggio che va al di là e che ci riguarda tutti. Leggete e capirete. Posso soltanto fornire un indizio: il tema più nascosto e profondo di queste pagine è la caducità. Fu Charles Baudelaire a far notare che i cinesi leggono l'ora nell'occhio dei gatti" (Piero Bianucci).

"...Ora le chiedo: amare e avere un'anima non sono la stessa cosa?" "Sono la stessa cosa, - risposi senza pensarci su troppo, - proprio la stessissima cosa". "Allora, secondo la logica aristotelica, eccole servito questo sillogismo: "Tutti gli esseri che amano hanno un'anima; Miomao mi ama; inde Miomao ha un'anima. Fa una grinza?"

Ulteriori dettagli
Editore: 
Angolo Manzoni
Codice EAN / ISBN-13: 
9788888838083
Pagine: 
224

Copyright © 1996-2014 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874