L'ultimo parallelo dell'anima

Autore: 
Pajtim Statovci

L'ultimo parallelo dell'anima”: il libro di esordio e di successo di un giovanissimo scrittore kosovaro naturalizzato finlandese, Pajtim Statovci, arriva nelle librerie italiane

E' stato pubblicato in Finlandia nel 2014 e ha immediatamente riscosso grande attenzione da parte della critica e del pubblico: “L'ultimo parallelo dell'anima” viene adesso pubblicato in Italia dalla casa editrice Frassinelli.

Scritto dal giovanissimo e forbito Pajtim Statovci con uno stile narrativo definito “molto elegante” dalla critica, il libro affronta al meglio  quel tema di grandissima attualità che è la nuova società multietnica, il nuovo “luogo” che caratterizza la nostra contemporaneità, lasciando affiorare quella che è l'interiorità di chi si trova a vivere questo tipo di condizione.

“L'ultimo parallelo dell'anima”

L'ambientazione storica da cui tutto ha inizio è quella che fa riferimento alla Jugoslavia degli anni Ottanta.

Quelli di cui si parla sono luoghi che vivono ancora in una dimensione di arretratezza culturale e dove le donne sono costrette a sposarsi con persone spesso mai viste prima, come accade alla madre del protagonista, Emine, la cui storia occupa tutta la prima parte del romanzo.

Quando scoppia la guerra, la donna, suo marito e i suoi figli decidono di emigrare in Finlandia: un nuovo Paese dove poter ricostruire la loro vita e creare un avvenire migliore per tutti.

E' qui che, quindi, si trova a crescere il protagonista: in un luogo che non è la sua terra. E' un emigrato e questo significa che è costretto a vivere in un posto dove la sensazione di essere differente da tutti gli altri che qui sono nati è sempre presente e, come tale, condiziona le sue giornate e la qualità della sua stessa esistenza.

A tutto questo, si unisce anche il fatto di avere la consapevolezza di un'identità sessuale differente e, così, trovarsi a vivere anche la sua omosessualità in un ambiente che percepisce poco ospitale sembra complicare ulteriormente le cose e ingigantire il suo disagio.

Un boa e un gatto

Un giorno il ragazzo decide di acquistare un boa reale, un serpente, probabilmente proprio per superare la paura che questo tipo di animale gli ha sempre provocato. Accanto a lui, però, c'è anche un'altra figura con tratti animaleschi: un uomo-gatto incontrato in un locale e che diventa il suo compagno.

Nella sua vita appaiono così due figure di animali reali, sì, nello stesso tempo, cariche di un significato simbolico, che si riveleranno entrambe importantissime nello svolgersi della sua ricerca interiore per ritrovare il suo equilibrio e lo porteranno a comprendere che il percorso della sua esistenza ha inizio proprio dal passato...

Ulteriori dettagli
Editore: 
Frassinelli
Codice ISBN-10: 
8888320962
Codice EAN / ISBN-13: 
978-8888320960
Pagine: 
256

Copyright © 1996-2014 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874