Rita Levi Montalcini, il ricordo attraverso i suoi libri

9 Gennaio 2013

Inquadrarla in un'etichetta sociale è praticamente impossibile: scienziata, ricercatrice, senatrice, professoressa, scrittrice, partigiana, femminista (di quelle che credono nelle donne ma non nei movimenti), ebrea di origine ma atea per scelta, la lista delle sue attività e dei risultati straordinari ottenuti in qualunque campo si sia applicata, è talmente ampia che tutti, ma dico tutti, dovremmo dirle “grazie”.

La lista dei premi e riconoscimenti scientifici, accademici e sociali, ricevuti in vita è davvero molto lunga, ma su tutti spicca il Premio Nobel per la Medicina, ricevuto nel 1986 per aver scoperto il “fattore d crescita nervoso” (NFG), una proteina che gioca un ruolo fondamentale nella crescita e nella differenziazione delle cellule nervose, portando avanti nell'arco di tutta la vita un lavoro di ricerca straordinario, che ha segnato l'evoluzione della Neurobiologia.

L'eredità che questa Donna lascia al mondo è inestimabile sotto ogni punto di vista: di lei ci resta una Fondazione, la “Rita Levi Montalcini Onlus”, che da sempre fa del motto “Il futuro ai giovani” la sua bandiera, occupandosi di favorire la scolarizzazione e l'orientamento al lavoro in Africa.

Di lei ci restano le sue inestimabili scoperte scientifiche, la tenacia e il coraggio di aprire la strada alle donne in ogni settore e una mole ingente di pubblicazioni.

Rita Levi Montalcini, consigli di lettura

Per chi dunque volesse “conoscerla meglio” ed attingere all'inesauribile fonte del suo sapere, ecco una breve lista di libri per esplorare, seppur in minima parte, il suo straordinario mondo:

  • La clessidra della vita di Rita Levi Montalcini”(anno 2012, Dalai Editore): questo testo è stato redatto a quattro mani con Giuseppina Tripodi, storica collaboratrice della Montalcini, rimasta al suo fianco negli ultimi quarant'anni di vita. Il libro ricostruisce in modo fedele il pensiero della scienziata sui grandi temi dell'umanità e la sua visione del mondo svelando dettagli inediti che aiutano il lettore a comprendere il personaggio, sentendolo più vicino.
  • Cronologia di una scoperta” (anno 2009, Dalai Editore): in occasione del suo centesimo compleanno, la Montalcini ha donato al mondo il racconto dell'avventura scientifica che la portò al conquistare il Nobel per la Medicina nel 1986.
  • Rita Levi Montalcini racconta la scuola ai ragazzi” (anno 2007, Fabbri Editori): scritto dalla scienziata in collaborazione con Giuseppina Tripodi, questo piccolo libro (60 pagine appena), racconta attraverso la classica formula “domande – risposte” l'esperienza scolastica del Premio Nobel, la Prima Guerra Mondiale, gli studi scientifici gli ostacoli che ha dovuto superare per affermare il proprio diritto allo studio, promuovendo la cultura come unica arma efficace per emanciparsi dall'ignoranza. Scritto con un linguaggio semplice e diretto, adatto ai ragazzi, il testo racconta inoltre il profondo amore della Montalcini per l'Africa e i tanti progetti benefici portati avanti in favore dei giovani.
  • L'asso nella manica a brandelli” (anno 1998, Dalai Editore): in questo libro il Premio Nobel spiega come affrontare serenamente la vecchiaia e i suoi problemi, dimostrando scientificamente come, al venir meno di alcune abilità, se ne acquisiscano e sviluppino molte altre.
  • Elogio dell'imperfezione” (anno 2011, Dalai Editore): un libro che celebra l'imperfezione come filo conduttore della vita ma anche della scienza, un elemento fondamentale senza il quale il mondo non sarebbe così interessante e complesso. Perché anche le scoperte scientifiche, nascono dalla presa di coscienza dei propri errori.

Copyright © 1996-2014 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874